Dove passare le Feste in Italia. Curiosità, mete e borghi

Dove passare le Feste in Italia. Curiosità, mete e borghi

Il 2016 è alle porte. Come salutare l’anno corrente nel migliore dei modi? Si posticipa sempre la pianificazione delle feste di fine anno. Si sognano spesso mete lontane, calde e diverse, ma perché invece non rimanere in famiglia ed in Italia, facendo magari qualcosa di originale e diverso?
Pochi conoscono i borghi del nostro magnifico Paese: Sutrio per esempio, in provincia di Udine con i presepi artigianali in tutte le stradine del paese e molti agriturismi dove trascorrere la sera del 31 dicembre.
In alternativa si può pensare di visitare Borgo San Lorenzo, nella Valle del Mugello e passare il Capodanno in Piazza Garibaldi a suon di musica, danze e frizzi frizzi (le stelle di Natale). E ancora Ortignano Raggiolo, in provincia di Arezzo, divertendosi partecipando al Murder Party dell’ultimo dell’anno in compagnia di amici, della famiglia o di altri concorrenti e lasciarsi coinvolgere in una caccia al tesoro per arrivare dopo indizi e interrogatori a smascherare l’assassino. Da tenere in considerazione anche Ghivizzano in provincia di Lucca dove un castello impone la propria presenza, degustazioni e presepi viventi animano questa località davvero unica.
Esplorare l’Italia per la prima volta in quest’occasione di festa o festeggiare in modo differente sono due modi di viverla in serenità da soli, col proprio amato o amata, in famiglia o in compagnia di amici.
Le soluzioni sono molteplici e possono soddisfare le esigenze di tutti.

Per chi desidera rilassarsi e rigenerarsi qualche proposta alle terme. Le destinazioni consigliate sono molteplici in Italia, tra queste: Sirmione, Merano, Ischia, e Prè Saint Didier. Tutte località famose per le terme sì ma anche per i mercatini di Natale, le locali specialità culinarie, da apprezzare anche in questo periodo dell’anno. Sono mete anche romantiche, ideali per vacanze di coppia e vivere qualche giorno in totale relax immersi nel verde, in vasche riscaldate e parchi naturali, su un’isola, in montagna o sul lago di Garda.

Poi per gli amanti dell’avventura, di stimoli nuovi e di qualche giorno all’insegna di attività uniche e molto particolari, le seguenti sono le alcune delle possibilità che offre l’Italia: fare di “un faro” la propria dimora nella zona di Otranto, dove poter abbracciare l’anno nuovo in anticipo rispetto al resto del paese in quanto lì l’alba arriva prima: il Salento non solo come meta estiva ma anche invernale dunque. E perché non girare la Sardegna a bordo di una jeep e godersi gli spettacolari paesaggi dell’isola in un clima diverso da quello solito, soleggiato e caldo.

E in quanti sognano un inverno romantico come nel film Serendipity indossando un paio di pattini e danzare su piste ghiacciate? Beh un’idea carina è quella di trascorrere una serata intorno a campanili ghiacciati come in Val Venosta, o semplicemente nelle tante città italiane che offrono piste ad hoc per il periodo natalizio. In Val Gardena si può pattinare anche con delle celebrità del pattinaggio!!
Se si vuole semplicemente partire da soli si può scegliere di esplorare la Valle Maira (Cuneo) dove la natura parla da sola e il 31 dicembre si può aderire ad una delle tante ciaspolate organizzate dalle scuole di fondo della zona. Isolati, immersi nella neve, nel silenzio e lontani da città affollate e rumorose.
E perché non darsi un bacio come fanno gli eschimesi in un vero igloo di montagna? Atmosfera suggestiva, un letto di pellicce e luce soffusa regalata da candele decorative. A Senales, vicino Cortina d’Ampezzo o in diverse località della Svizzera ci sono molti rifugi attrezzati con igloo dov’è possibile soggiornare a temperature sopra lo 0. Ci si riscalda con tazze di tè e con aperitivi alcolici e si soddisfa il palato con piatti prelibati come la fonduta. Dormire a 1800 metri di altezza sopra il livello del mare, immersi in un sacco a pelo regala sensazioni uniche e ricordi che durano una vita. E di giorno usare ciaspole per andare alla scoperta della montagna, con scenari da favola. Se a Capodanno non si trovano igloo disponibili si può approfittare per i primi weekend di gennaio. Informarsi sempre per tempo considerando le nevicate.

Chi vuole rimanere in città e assaporare l’atmosfera delle feste in mezzo alla gente, può sempre regalarsi la colonna sonora dei fuochi d’artificio, della musica in piazza e concedersi degli spettacoli tranquilli e talvolta divertenti nei teatri di tutto il paese. Anche i concerti sono sempre molto gettonati.
Venezia offre questo per esempio e molto altro romanticismo. Le possibilità dunque sono tante e queste sono solo pochi esempi di come poter vivere le feste, nel finale, del 2015. Ma avete mai pensato anche di restare a casa, magari addobbarla a Natale, preparare una cenetta unica e trascorrerla in famiglia? Senza necessariamente varcare la porta. Chi ha la fortuna di avere un camino, è proprio questo il momento adatto per accenderlo e chi ha dei vestiti rossi, bianchi e verdi di indossarli. Fate sfoggio di lingerie nuova: è sempre buon auspicio l’ultimo dell’anno e perché no, affittare un film di Natale, anche non nuovissimo e brindare al 2016 facendo il consueto conto alla rovescia.
Buone feste a tutti e qualsiasi cosa facciate l’importante è che siate sereni e con le persone che amate!

0 comments on “Dove passare le Feste in Italia. Curiosità, mete e borghiAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *